Storia

 

La nostra  Storia

Nell’Anno Internazionale delle Montagne si è celebrato il cinquantenario della sezione  S.A.T. di Stenico. Risale infatti al 1952  l’istituzione della stazione di soccorso alpino a Stenico grazie alla disponibilità di un gruppo di giovani.  I primi soci provenivano da diversi paesi, ed in particolar da S. Lorenzo e da Ponte Arche.  Mario Simonini di Stenico fu il primo presidente e  Carla Bailo di Ponte Arche la segretaria. In quegli anni si stava costruendo la chiesetta  dei XII Apostoli in ricordo dei Caduti della Montagna e il gruppo soci S.A.T. prestò la propria opera per la sua realizzazione. La sezione andò gradualmente ampliandosi finchè  S. Lorenzo nel 1957 e Ponte Arche nel 1959 si costituirono sezione autonoma.

Diminuendo il numero degli iscritti venne a mancare  sia la motivazione a procedere sia la collaborazione per mantenere attiva la sezione. Fortunatamente una domenica, nel novembre 63, la sezione S.A.T. di Arco organizzò una castagnata proprio presso l’albergo Miravalle di Stenico e lì si trovarono a festeggiare in compagnia degli amici di Arco Bailo Elio e Todeschini Tebano, due giovani alpinisti di Stenico che trascorrevano le domeniche sulle montagne da rifugio a rifugio. Contemporaneamente ritornavano dalla Val Algone il Sig. Briani Carlo e Signora, due personaggi storici della sede centrale conosciuti da tutte le sezioni per la loro attività nella S.A.T.  Tutti insieme, tra un bicchiere e l’altro l’argomento di conversazione fu la sezione di Stenico  e si discusse sulla possibilità di ridarle vita. I due giovani compresero l’importanza di sensibilizzare la gente verso una maggiore conoscenza dell’ambiente alpino e all’apice dell’entusiasmo si misero al lavoro.  A dicembre si riunirono una trentina di persone, si cominciò il tesseramento e si stese il programma per il nuovo anno. Si nominò la direzione con Presidente il dott. Italo Lutteri (segretario comunale) e vicepresidente Tebano Todeschini. Per motivi di lavoro, Lutteri se ne andò da Stenico alla fine del 65. Gli succedette Todeschini, personaggio estroverso e disponibile alla collaborazione. Purtroppo un assurdo destino se lo portò via nel luglio 66 a soli 23 anni.  Bailo Elio gli succedette fino all’84. Succedettero poi Pederzolli, Busatto, Baroldi, Serafini, Armanini. Attualmente presidente della sez. S.A.T. è Fabrizio Sicheri.